FABIO BATTAGELLO

 


"La vita è unica, vivila con passione e assaporala fino in fondo"


Data di nascita: 17 Febbraio 1980


Biografia:
Concepito al di là delle Alpi, nell'amata capitale francese, nasce a Montebelluna in una fredda domenica di Febbraio, in quel lieto giorno diciassette, che da sempre fortuna e belle coincidenze gli han portato.
Cresciuto nella verde e tranquilla campagna di Guarda, frequenta dapprima le scuole elementari e medie a Montebelluna, per poi dedicarsi agli Studi Tecnici Meccanici a Castelfranco Veneto. Non contento, però, decide di iscriversi all'Università di Padova, dove si laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali.
Sin da piccolo (già allora, per liberarsene, i genitori lo spedivano nelle colonie estive all'estero…) si denota in lui la curiosità e lo spirito del viaggiatore temerario… tant'è che già a 13 anni rischia di perdere l'aereo e rimanere a Malta qualche mese in più del previsto.
Da allora ogni occasione fu buona per partire verso nuove mete e già molteplici viaggi l'hanno accompagnato in diverse esperienze di vita e lavoro in giro per il mondo, alla scoperta di nuovi Paesi, popoli e culture.
Tra le sue più grandi passioni vi sono i viaggi, lo sport e l'amore per l'ambiente e la natura. Da tempo si occupa di agricoltura biologica ed energie rinnovabili. E' appassionato di vini e distillati, nonché produttore di vino biologico e naturale.
Da alcuni anni lavora tra l'Italia e l'estero, occupandosi di progetti europei nei settori dell'educazione, della cultura, dell'energia e dell'ambiente.
Dal 2008 sta seguendo un originale progetto, a cui è legato da tempo, il cui fine è la realizzazione di un biovillaggio completamente autosostenibile a livello energetico ed agroalimentare. Un'area unica, con annesso un bioparco ricco di piante autoctone e frutteti, dove si coltiva e si produce secondo i metodi dell'agricoltura biologica. Un biovillaggio che costituisce un concreto esempio di sostenibilità ambientale, nonché un centro di educazione, finalizzato a sensibilizzare e favorire una maggiore conoscenza della natura e delle risorse ambientali che ci circondano.

 

Dicono di lui:
"Cossa gavaraeo ch'el ghi na sempre una nova in testa"
"El xe proprio un diplomatico"
"Ma quando xe ch'el finirà de viajiar e ch'el metarà a testa a posto"
" Con quel bel visin me sa tanto de bronsa querta"
"Quel toso no l'è mai fermo, una ghin fa e cento ghine pensa"
"Do xe e robe, o el xe mato o el xe n'artista!"

 

Fabio dice:
Ostrega! rappresenta il viaggio per antonomasia. Il progetto Ostregalatina! è la continuazione di "Ostrega! in tour", il precedente viaggio che ci ha portato nell'agosto 2009 a ripercorrere la Via della Seta da Venezia a Pechino a bordo di un comune bus. Un'esperienza ed un'impresa che hanno lasciato un segno indelebile in tutti noi.
Ostregalatina! è un'iniziativa che, come il precedente viaggio, consentirà di promuovere la nostra Regione, le realtà economiche, artistiche e culturali venete attraverso l'America Latina, creando relazioni e ponti di dialogo con i diversi popoli e Paesi che attraverseremo, ma soprattutto con gli emigranti e gli oriundi Veneti, che in quelle terre conservano ancora i nostri usi e costumi, nonché il dialetto Veneto originario.
Ostrega! è l'esclamazione dialettale veneta per eccellenza, quindi "emblema" e richiamo alla nostra lingua e cultura; ma rappresenta anche l'ostrica, la metafora della conchiglia che si apre verso l'esterno e l'ambiente che la circonda. Proprio così Ostrega! vuole farsi promotrice della cultura e della terra Veneta in tutte le sue accezioni, aprendosi e relazionandosi con le diverse culture e realtà presenti nel mondo.
Ostrega! è un progetto ambizioso, ricco di idee, dinamismo e intraprendenza. E' un messaggio di speranza e apertura interculturale verso tutte le generazioni. Solo attraverso il dialogo, la cultura e la conoscenza potremo migliorare il presente ed il futuro nel mondo.
Questo viaggio sarà una grande esperienza di vita, un'avventura lunga 10.000 km alla scoperta di luoghi, persone, usi, colori e costumi del Sudamerica. Ma sarà soprattutto una grande occasione per conoscere meglio sé stessi e per assaporare il piacere della scoperta e del viaggio a 360°, in tutti i sensi.


Aforismi e proverbi preferiti:
"Contadino e montanino scarpe grosse e cervello fino"
"Carpe diem" (Orazio)
"Audentes fortuna iuvat" (Virgilio)
"Acqua cheta non mena ciocchi, ma se li mena, li mena grossi" (Giuseppe Pietri)
"I fiumi più profondi sono quelli che scorrono senza rumore" (Quinto Curzio Rufo)
"Historia magistra vitae" (Cicerone)
"Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato" (A Einstein)
"La gioia non è nelle cose, è in noi" (Richard Wagner)

 

Citazioni d'autore:
"Partire é la più bella e coraggiosa di tutte le azioni. Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui che sa dare valore alla libertà. Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tuttavia sentirsi a casa ovunque, e partire alla conquista del mondo."
(Isabelle Eberhardt)

"Il viaggio é una porta attraverso la quale si esce dalla realtà nota e si entra in un'altra realtà inesplorata, che somiglia al sogno."
(Guy de Maupassant)

"Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone."
(John Steinbeck)

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi."
(F. Voltaire)

"Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina."
(Sant'Agostino)

"Il senso della ricerca sta nel cammino fatto e non nella meta; il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l'arrivare."
(Tiziano Terzani)